mercoledì 21 settembre 2016

scaramanzie vip CRISTINA D'AVENA

Sant'Antonio batte ogni scaramanzia!

Gian Maria Aliberti Gerbotto con Cristina D'Avena
"Confesso che dietro il palco, con i ragazzi dello staff, prima di ogni esibizione ci lasciamo andare a ogni genere di rito scaramantico.
Poi c'è la telefonata alla mamma che vuole sentirmi prima che io vada in scena. Ormai è diventato una scaramanzia irrinunciabile prima di salire sul palco.
Ma in realtà sin da bambina sono devota a Sant'Antonio di Padova... Una devozione che mi ha passato mio padre.
Quindi oggi più che alle scaramanzie mi affido lui, di cui porto sempre con me l'immaginetta sacra.".


L'intervista a Zanardi è di Gian Maria Aliberti Gerbotto

giovedì 15 settembre 2016

scaramanzie vip: ALEX ZANARDI

Temo il 17 e ho sfidato il 13

Alex Zanardi

"Nella mia carriera automobilistica in Formula 1 mi è capitato in un paio di gran premi di vedermi assegnare il box numero 17. Una volta sono riuscito a farmi cambiare di posto scambiandomi di garage con quello di un altro pilota, cui non importava nulla; in un’altra occasione, invece, il team manager della Lotus, per cui allora correvo, s’imbufalì come un matto, dicendo che erano tutte baggianate e che si rifiutava di traslocare meccanici e casse d’attrezzi, solo per una mia sciocca scaramanzia. A quel punto io feci una targhetta con la scritta «16bis» e l’attaccai all’ingresso del box, ma lui la vide e la strappò via... Il giorno dopo, in gara, feci un botto clamoroso, in cui rischiai davvero le penne, e che ancora oggi

impazza su internet per la sua drammatica spettacolarità. Il fatto è che in Inghilterra quel numero non porta male, mentre temono il tredici, che per me invece è solo un numero come un altro, nonostante quando a Lausitzring ebbi l’incidente che mi costò l’amputazione di entrambe le gambe mi mancassero solo tredici giri alla fine della gara.
Un anno e mezzo dopo, ho voluto addirittura sfidare la scaramanzia e sono tornato in Germania, su quella pista, per completare simbolicamente i giri che mi mancavano.
Ricordo ancora il momento in cui mi vennero a chiamare per l’esibizione: l’orologio della pista in quel preciso istante segnava le ore tredici, tredici minuti e tredici secondi. A quel punto, influenzato dalla superstizione dei colleghi inglesi, mi vennero i brividi, ma poi trovai la cosa ridicola e partii lo stesso, decidendo di sfidare la sorte e sfatare la loro scaramanzia. Bene, completai il mio percorso tra gli applausi del pubblico, senza incidenti e con una velocità che mi sarebbe valsa un ottimo quinto posto sulla griglia di partenza.". 


L'intervista a Zanardi è di Gian Maria Aliberti Gerbotto


sabato 10 settembre 2016

Scaramanzia e superstizione vip COSTANTINO DELLA GHERARDESCA

Superman... che paura!!!

"Per scaramanzia, io non voglio vedere un'immagine né sentir nominare il super-eroe con il mantello rosso. Se un programma tv ne include una raffigurazione o allusione, non partecipo. 
Costantino della Gherardesca

...basta vedere che fine hanno fatto tutti coloro che hanno partecipato ai suoi film, anche solo dietro le quinte. E la fine che hanno fatto i tedeschi quando hanno sviluppato l'idea del super uomo.
Nella mia famiglia non sono superstiziosi, così non ho nessuna delle classiche superstizioni legate al gatto nero, scala, sale, olio...
La produttrice tv Ilaria Dalla Tana mi ha però passato la scaramanzia che non bisogna mai trattate il tema delle barche in TV.
Un'altra cosa molto pericolosa é un gruppo musicale di Glasgow dei Primi anni '80. Una volta misi un brano in un club di Londra e saltò l'impianto. Un'altra passai un loro brano a Radio Rai e saltarono tutti i ripetitori principali in quell'esatto momento.
Detto questo, preciso che io non credo nelle persone che portano male perché trovo che sia una cosa crudele. ...A meno che non si tratti di ricchi uomini egocentrici.
Le persone che si credono onnipotenti portano sfiga! Ci sono centinaia di esempi.

Credo anche che ci sono persone che portano male alla vita sentimentale. Che ti gufano l'amore.
Mi fa poi troppa paura pensare al malocchio. 
Credo che i nodi vengono al pettine se sei un lestofante, quindi, nonostante tutti i miei difetti, sono sempre una persona perbene. 
A volte anche troppo moralista.
Una volta ho pensato d'essere vittima del malocchio, ma solo su un piano sentimentale. Certi amici ti gufano la vita sessuale quindi se cerchi un partner é meglio evitarli.
Mi portano bene gli elefanti, i cani, tutta l'Emilia Romagna, l'Islam, gli agnelli (da mangiare), il Nepal, la città di Hanoi, le colline dietro Pisa, Victoria Cabello, Donna Summer, la musica reggae, Pete Seeger, il mio amico Federico Bernocchi, i deserti, la Cina. La Cina moltissimo!!!
I miei porta fortuna sono un paio di mutande di South Park degli anni "90 e una vecchia maglietta dei Butthole Surfers.
Le vecchie mutande di South Park sono il talismano più potente che ho, e ne faccio uso parsimonioso.".

L'intervista a Costantino della Gherardesca

martedì 23 agosto 2016

scaramanzia vip VITTORIO BRUMOTTI

Guai a dirmi “Facciamo l'ultima prova!”

Non voglio mai sentirmi dire dai miei collaboratori frasi del tipo: “Facciamo l'ultima prova” ...e non lo dico mai nemmeno io!
Brumotti a Striscia la notizia
Così se il cameraman mi esorta: “Vai con l'ultima...”, io ribatto subito: “Penultima!!!” Anche se poi davvero abbiamo finito le riprese.
Poi io non bevo mai alcolici perché voglio mantenermi in forma al cento per cento, corpo e mente, ma se mi capita una volta l'anno che sono obbligato a bere anche solo un bicchiere per fare un brindisi speciale, il giorno dopo non salto, non mi alleno, non salgo proprio sulla bici. Un po' perché per fare le mie acrobazie su di un cornicione a cento metri di altezza, si rischia la vita e quindi bisogna essere assolutamente lucidi, e ormai anche un po' per scaramanzia.
Faccio anche mille fioretti, una sorta di patti con il Padreterno in cui mi impegno a privarmi di certe piccole semplici cose, anche solo lo zucchero nel caffè, in cambio di un obiettivo che vorrei raggiungere.
Mia nonna materna è calabrese ed era proprio fissata col malocchio. Me lo toglieva spesso e appena ho iniziato a fare tv poi era convinta che n'ero pieno.
Ma io sono sempre stato convinto che se tu sorridi alle cattiverie della gente, il malocchio gli si ritorce contro.”. 

L'intervista a Vittorio Brumotti è di Gian Maria Aliberti Gerbotto

lunedì 22 agosto 2016

scaramanzie vip CRISTINA PARODI

Ripetere le cose diventa scaramanzia?


"Non ho particolari scaramanzie, così come non ho strani rituali scaramantici prma di entrare in studio…
E neppure porta fortuna che tengo in camerino o nella borsa… 
Ma sono molto abitudinaria e tendo a fare le cose nello stesso modo, nello steso orario e ripeterle... forse diventa una scaramanzia?". 


L'intervista è di Gian Maria Aliberti Gerbotto

domenica 21 agosto 2016

L'OROSCOPO di CORINNE è presentato da

ARIETE : Faticherete a contenere la stizza e a non dine quattro a chi fa girar le trottole si o comporta più viscidamente di un anguilla ma far buon viso a cattivo gioco è l’unica arma da estrapolare al fine di vivere in santa pace…. Ciononostante dovrete reclamare sacrosanti diritti, controbattere ad iniquità e lottare in nome di un ideale, un affetto o un amore. Un lieve calo di tono andrà accreditato allo stress e al cambio stagionale. Notizia strabiliante. Crucci per soldini.
TORO : Marte esorta a far piazza pulita di menzogne e torti trangugiati a favore di un’atmosfera più limpida dove non c’è posto per i calcolatori, gli stupidi e i gelosi… Giocate quindi bene le vostre carte per non ritrovarvi tra un mesetto a rimpiangere di non esser stati determinati, accettate una proposta, coltivate un’utile amicizia ed eliminatene una marcia. Fortuna da “pizzicare” mettendo al lotto numeri ricavati dai dati di nascita di un bimbetto o nonnetto.
GEMELLI : Ora che Giove non forma più un aspetto di quadratura potete sperare, amare, esultare per una riuscita, un miglioramento fisico, un evento, una dimostrazione di affettuosità o un pericolo scampato per miracolo. Formando, tal pianeta, un trigono col vostro Sole contribuisce a far si che il portafoglio smetta di singhiozzare o che vediate un nodino tornare al pettinino.. Occhio però ad un parente serpente che ogni qualvolta apre bocca spudoratamente mente.
CANCRO : Potete lisciarvi le chele, a parte rogne quotidiane non avrete di che lamentarvi malgrado un colloquio, un approccio, una riscossione vada incontro a impedimenti o ritardi. Apprestatevi comunque a giorni incandescenti dove non dar nulla per scontato e se abitualmente trattate con un Ariete, Gemelli, Scorpione, Sagittario o Capricorno arrendetevi alla sua estrema cocciutaggine e non tenetegli il broncio: si inalbererebbe ad oltranza! Visita o cena a prova di colesterolo.
LEONE : La settimana si delinea scorrevole pur richiedendo una buona dose di diffidenza in materia finanziaria, operativa o domestica dove gli imprevisti abbondano e le soprese pullulano… Uno guizzo di preoccupazione proverrà da un componente del nucleo domestico, una locazione, un amoretto, un incontro o una chiamata inaspettata. Disguidi relativi ad incartamenti o spostamenti. Piacenti serate per chi le trascorre in compagnia di chi alletta.
VERGINE : Dovete contare unicamente sulle vostre forze e risorse in quanto dal prossimo non è che giungano immani spintarelle… Attualmente confusi vi barcamenerete tra dubbi e presunte certezze in un amalgamo di sensazioni ed emozioni ardue da esprimere e capire… Stramberie da uno tutto fumo e poco arrosto che fa promesse da marinaio, viene soggiogato da una figura femminile o non sa ciò che vuole. Disturbi da curare sul nascere e processi infiammatori.
BILANCIA : Ospitare nel proprio segno il magnifico Giove è un grande onore e a risentirne positivamente saranno gli appartenenti al I decano i quali potranno finalmente ampliare un progetto, ancorare in porticcioli di meritata letizia, riabbracciare persone care, vincere una personale causa o voltare le sdrucite pagine di in periodo contorto… Tutti gli altri invece vivranno alla coque divisi tra due fuochi o indecisi su una scelta da compiere entro fine mese.
SCORPIONE : In qualcosa vorreste affrettare i tempi dimenticando che solo chi va piano va lontano: ragion per cui se anelate tagliare traguardi, ottenere rivincite, sconfiggere dei rivali, pensionare la scalogna, approfondire una relazione, imparate ad aspettare e otterrete le agognate compensazioni. Dal passato potrebbe riemergere qualcuno avente il potere di scombussolarvi. Spesa superiore al previsto alternata ad un introito. Adiacenze con medici o vigili. Amica da ricontattare.
SAGITTARIO : Tempo di riflessione: fermate la giostra della vita che mesi o anni gira vorticosamente impedendo di rilassarvi e veder chiaro in voi… Non potete restare con gli occhi bendati e, anche se aprirli significa starci male ed affrontare un’amara realtà, sappiate che necessitate di capire e sapere come impostare una storia od un andazzo generale destante ansia. Una tipa deluderà, un’altra vi stimerà mentre un congiunto vi strapazzerà come un ovetto…
CAPRICORNO : Dal niente al troppo: tante saranno le opzioni da vagliare, le iniziative da prendere e le ugge da schivare… Non da escludere un messaggio ricco di significato, delle baruffe con una maldicente, il ritrovamento di un checchessia creduto smarrito e una gioia da condividere… Gli appassionati del gioco mettano al lotto numeri ritardatari abbinati al 44. Le adolescenti evitino eccessi o privazioni alimentari nocive per l’organismo. Adesione ad un evento collettivo.
ACQUARIO : Un po’ di ottimismo non guasta: ora che Giove comincia a dare succosi frutti converrebbe approfittarne al fine di gettare le basi per un autunno costruttivo. Pure in amore tirano arie strane nel senso di chiudere con storie consunte o al contrario avviarne di inedite anche se inizialmente scambiate per una semplice “simpatia”. Decisioni da pigliare in merito ad un immobile, auto, vendita od acquisto. Subbugli emotivi. Novità da parenti e conoscenti.
PESCI : Un buon spirito di adattamento è quel che ci vuole nel trattare con certi soggetti e, per non bisticciare, dovrete adeguarvi ad una serie di atteggiamenti altrui preposti a creare scompiglio e nervosismo. La fase è invece propizia agli sposini novelli o a chiunque ambisca ottimizzare la sfera affettiva. Rischio di spaccare oggetti o sborsare soldi per delle riparazioni, dei regalini, delle rette o delle tasse. Tendenza alla raucedine e intestino delicatino.

Nella classifica della parata Zodiacale dei segni troviamo:
Segni più favoriti: SCORPIONE, PESCI, CANCRO
I meno “fortunati”: GEMELLI, SAGITTARIO

CORINNE
Corso Europa 25 - MONDOVI' (cn)
tel: 0174 551175 
 email: corinne.v65@gmail.com

mercoledì 3 agosto 2016

scaramanzie vip MALIKA AYANE

E se avessero ragione loro?


Malika Ayane e Gian Maria Aliberti Gerbotto
"A volte mi chiedo: e se avessero ragione gli scaramantici? Io sarei rovinata.
Vesto di viola, passo con il gatto nero e verso sempre il sale…
Povera me!". 



L'intervista è di Gian Maria Aliberti Gerbotto

lunedì 18 luglio 2016

scaramanzie vip NINO FRASSICA

Saluto le pecore e arrivano i soldi!

video

"Sinceramente non mi ricordo chi me l’abbia suggerito, è successo tanto tempo fa, o forse addirittura l’ho solo sognato, non so proprio, ma salutare le pecore porta bene...
(racconta Nino Frassica) A prova di ciò che dico vi racconto un simpatico aneddoto di qualche tempo fa: mentre ero alla guida della mia macchina ho salutato le pecore a lato della strada che, tranquille e beate, si godevano il loro pasto d’erba quotidiana... Poco dopo è squillato il mio telefonino cellulare: l’agente mi annunciava che finalmente avevamo chiuso il contratto cui tenevo tanto. L’avevamo spuntata noi e mi era stato anche riconosciuto il compenso che avevo richiesto. Insomma, se il semplice gesto di una mano, il cenno di un saluto, può portare fortuna, perché non farlo? Io lo faccio. Costa poco... E poi vada come deve andare!
Frassica con Aliberti Gerbotto
Il rituale che invece m’accompagna sempre dopo che ho registrato la puntata di un qualsiasi spettacolo televisivo sono le solite quattro o cinque telefonate di rito agli amici più cari, chiedendo loro di guardare la puntata in tv per poi dirmi cosa ne pensano. Chi vede le cose dall’esterno le vede meglio di chi le vive in prima persona, i consigli mi sono preziosi e il loro essere incollati davanti alla tv mi porta bene... Minimo minimo l’audience sale, no?". 

L'intervista a Nino Frassica è di Gian Maria Aliberti Gerbotto

sabato 9 luglio 2016

Scaramanzia vip SIMONE RUGIATI

In barca? Mai le banane!

Aliberti Gerbotto con il cuoco
"In cucina ci vuole attenzione e logica ...e non la scaramanzia.
Anzi, spesso uso buttare il sale grosso in terra perché faccia grip e non si scivoli più...
La mia scaramanzia invece si riferisce alla mia passione per la pesca: quando esco in barca è assolutamente vietato portare banane a bordo.
Questo da quel giorno in Messico in cui ne abbiamo mangiato un casco intero e siamo stati tutti malissimo... Ora le banane ci portano male e le lasciamo a terra! Ah ah ah".  



L'intervista è di Gian Maria Aliberti Gerbotto

domenica 3 luglio 2016

sabato 2 luglio 2016

Superstizione e scaramanzia vip AMADEUS

Non temo il viola… ma il verde!!!


“Scaramtizione? Scaramanzia? Non sono un fanatico, ma in realtà sto al gioco e alla fine mi accorgo di averne parecchie… (racconta Amadeus)
Gm Aliberti Gerbotto con Amadeus
Temo molto lo specchio rotto e quando vedo i miei figli che ne maneggiano uno gli corro dietro per toglierglielo subito dalle mani!
Sono riuscito invece a farmi passare la scaramanzia del gatto nero perché nella radio dove lavoro ne hanno due che incrocio cento volte al giorno... Ormai ci ho fatto l'abitudine, mentre una volta ero capace di fermarmi sul ciglio della carreggiata solo perché uno mi aveva attraversato la strada... A dire il vero, spinto anche da mia moglie Giovanna che da buona napoletana...
Non temo la superstizione del viola, ma mi fa gran paura il verde. Ricordo un servizio fotografico a cavallo che feci nel maneggio di mio papà. Fui costretto a vari cambi d'abito, ma quando mi fecero indossare contro voglia una camicia di quel colore, al primo galoppo, combinazione il cavallo s'inciampò catapultandomi violentemente a terra. Mi venne facile dire che era la dimostrazione che il verde porta male. Uno dei fotografi controbatté asserendo che anzi m'aveva portato bene, perché in quella brusca caduta avrei potuto spaccarmi la testa e invece non mi ero fatto niente... chissà chi aveva ragione!?
A proposito d'equitazione: tengo sempre un vecchio ferro di cavallo arrugginito, appeso sulla parete di casa perché si dice porti bene. 
A parte quello non ho porta fortuna particolari, anzi, al classico cornetto preferisco un santino tenuto nel portafoglio o nella borsa del lavoro.”. 


L'intervista ad Amadeus è di Gian Maria Aliberti Gerbotto

PER LEGGERE L'INTERVISTA SU 
                
                      clicca qui

giovedì 30 giugno 2016

scaramanzie vip MASSIMO GRAMELLINI

Il cervello ha delle antenne che attirano male e bene

Gian Maria Aliberti Gerbotto a La Stampa con Massimo Gramellini
"Abbiamo tutti delle scaramanzie, consce o inconsce.
Fabio Fazio fa sempre lo stesso percorso per entrare in studio... Più volte mi ha ripreso all'ultimo perché stavamo sbagliando traiettoria.
Anche io quando sono in trasmissione a Fuori che tempo che fa, ne ho un paio.
Prima di entrare in scena, consegno sempre le chiavi del mio camerino ad una signora dello staff per poi riprenderle solo finita la diretta tv.
Non temo invece il gatto nero o il colore viola.
Così come non credo al malocchio, ma credo molto alla forza del pensiero negativo. Se tu ti auto convinci di una disgrazia quella ti arriva!
Una volta, mentre ero allo stadio a vedere giocare il mio amato Torino, notando in cielo delle nuvole all'orizzonte ho iniziato a pensare che di lì a poco sarebbe arrivata la pioggia e avrebbero sospeso la partita... bene devono avere avuto lo stesso pensiero negativo molti altri tifosi perché solo qualche minuto accadde veramente. 
Sono convinto che il nostro cervello ha delle sorta di antenne in grado di attrarre il bene come il male.".

L'intervista è di Gian Maria Aliberti Gerbotto


Gramellini manda uno speciale saluto agli iscritti al
 Gian Maria Aliberti Gerbotto Fan club

mercoledì 22 giugno 2016

Scaramanzia e superstizione CARLO CONTI

La signora in viola del pubblico!

insieme nel back stage del Festival di Sanremo
"Una volta ad una puntata de L’Eredità c’era una signora seduta in prima fila tra il pubblico, vestita completamente di viola... Appena l’ho vista l’ho sbeffeggiata: «È fortunata che io non sia scaramantico, perché altri miei colleghi l’avrebbero già cacciata dagli studi». (Racconta Carlo Conti) 
Peccato che solo poco dopo siano scoppiate le luci di ben due faretti, poi si sia rotto un monitor, impallati tutti i computer e successe mille altre diavolerie che mi portano a dire che quella sia stata la puntata più sofferta di tutta la stagione! Ma nonostante tutto, io non credo ancora a queste sciocchezze.
Mia madre invece n’era schiava... ricordo il giorno che me ne tornai a casa dopo aver comprato una giacchetta che aveva la fodera interna vagamente violacea: mi disse subito che m’avrebbe portato male e quando poco dopo mi feci davvero male, ebbe gioco facile a dare la colpa alla fodera incriminata.

lunedì 20 giugno 2016

FRASI SULLA FORTUNA by Gandolfo


"fai la tua strada, va
cerca la tua fortuna
e speriamo che ti assista
vai però 
senza perderci di vista.".
EROS RAMAZZOTTI

SEGNALATECI ALTRE FRASI SULLA FORTUNA, 
AFORISMI SULLA FORTUNA O SCARAMANTICI
  ...NOI PUBBLICHEREMO I MIGLIORI 
scaramanzievip@gmail.com 

sabato 18 giugno 2016

Superstizione vip GABRIEL GARKO

Passare sotto la scala? Mai!
Aliberti Gerbotto con Garko al Festival di Sanremo

"Le mie scaramanzie sono diverse, ma mai portate all’esasperazione (racconta Gabriel Garko). Non mi ritengo un fanatico, ma sicuramente se trovo una scala evito di passarci sotto. E poi, non passo mai direttamente il sale a tavola. Alla superstizione del gatto nero invece non ci credo: ne ho due! 
I miei forse sono più giochi che obblighi di vita quotidiana.
Non ricordo poi nessun particolare aneddoto della mia vita legato a questo tema, anche perché non lego mai quello che mi accade a una scaramanzia o superstizione. 
Non credo nemmeno a quelli che dicono che qualcuno possa portare male. Penso che siano malignità, dettate da sentimenti come l’invidia. Così come non credo al malocchio... E chi ci crede e cerca di farlo potrebbe sicuramente occupare il proprio tempo in modo migliore!
Non ho mai regalato dei portafortuna, perché penso che ognuno debba scegliersi il suo.
Il mio me lo sono comprato io e ci sono molto affezionato.". 


L'intervista a Gabriel Garko è di GM Aliberti Gerbotto

PER LEGGERE LE INTERVISTE SU 

giovedì 16 giugno 2016

FRASI SULLA FORTUNA by Gandolfo


Non sono per nulla scaramantico,
 diciamo che più che alle sfighe
credo alle sfide!
CESARE CREMONINI

(si ringrazia di cuore Radio G.R.P. per la gentile concessione)

SEGNALATECI ALTRE FRASI SULLA FORTUNA, 
AFORISMI SULLA FORTUNA O SCARAMANTICI
  ...NOI PUBBLICHEREMO I MIGLIORI 
scaramanzievip@gmail.com 

martedì 14 giugno 2016

scaramanzia e superstizione vip DARIO FO

Le scaramanzie? Io le ho sempre sfidate!


insieme nel back stage
"Se c’è una cosa che porta sfortuna è la scaramanzia. Bisognerebbe mettere in giro la voce che crederci porta male! Quando sono entrato nell’ambiente del teatro, sono stato automaticamente catapultato nel mondo delle superstizioni, ma ho sempre cercato di andarci contro. Perché se s’inizia ad accettare quello che sembra un semplice gioco, non se ne esce più.
Ci sono problemi con il colore degli abiti, che non devono mai avere tonalità del viola, ci sono i giorni in cui non si deve debuttare... Addirittura gli orari giusti per mangiare. E le persone che portano male! Invece, io ho iniziato a debuttare con i miei spettacoli di venerdì, con i padroni dei teatri che inorridivano solo all’idea, anche se poi filava sempre tutto benissimo. Sono sempre andato contro tutto questo, perché mi sembrava completamente fuori dalla ragione e da ogni logica. Così come non ho mai avuto i camerini pieni di portafortuna, come certi attori. Ma forse, anche il non essere scaramantici è una scaramanzia".

L'intervista a Dario Fo è di Gian Maria Aliberti Gerbotto

sabato 11 giugno 2016

LA MISS

presenta
ELENA DRESTI
"La ragazza scaramantica del mese"
NOME Elena COGNOME Dresti 
NATA A Bra il 25-10-1995 RISIDENTE A Narzole (cn) DIPLOMA Liceo delle scienze sociali a indirizzo sportivo LINGUE PARLATE italiano, francese e inglese. PASSIONI recitare… viaggiare leggere, sfilare SOGNO NEL CASSETTO partecipare al programma tv "Donna avventura" PROFESSIONALMENTE MI ISPIRO A l'attrice Emma Watson SPORT PRATICATI nuoto, sci, palestra. AGENZIA DI RIFERIMENTO 360 gradi di Fabrizio Davico


 PARTECIPA AL CONCORSO
INVIACI ANCHE TU UNA TUA FOTO
 ...NOI PUBBLICHEREMO LE MIGLIORI 
scaramanzievip@gmail.com

mercoledì 8 giugno 2016

FRASI SULLA FORTUNA by Gandolfo


"Io non ho mai promosso carriere… Semmai talvolta porto fortuna. Un tempo dissi che ci sarebbe voluto un Papa polacco… 
e guarda un po’…".
BRUNO VESPA

SEGNALATECI ALTRE FRASI SULLA FORTUNA, 
AFORISMI SULLA FORTUNA O SCARAMANTICI
  ...NOI PUBBLICHEREMO I MIGLIORI 
scaramanzievip@gmail.com 

lunedì 6 giugno 2016

"L'Ordine del vero"

IL VIDEO TRAILER 
DEL PRIMO ROMANZO 
DELL'AUTORE DEL BLOG 

se non riesci a visualizzare il video CLICCA QUI
Video Editing di Francesco Manfré
L'ORDINE DEL VERO”
Prefazione di Roberto Giacobbo
(conduttore di Voyager, Rai 2)

Gian Maria Aliberti Gerbotto
L'Ordine del vero è un romanzo che merita di diventare un film e che dimostra le doti anche narrative del giornalista Gian Maria Aliberti Gerbotto.”. Scrive nel retro di copertina Antonio Bozzo del Corriere della Sera.
Fu proprio lui, Bozzo, che credendo in Aliberti e prendendolo sotto la sua direzione al settimanale del noto quotidiano milanese, anni fa, offrì la svolta professionale al 43enne saluzzese, dandogli la possibilità di passare dai settimanali di gossip per cui scriveva Aliberti allora, ai giornali più prestigiosi sino poi ad arrivare anche a Panorama e L'Espresso.
In quello che lo scrittore Valerio Massimo Manfredi definisce “un thriller d'atmosfera”, Aliberti Gerbotto oggi ci narra la storia di John Alberti, quarantenne newyorchese di origine italiana, popolare conduttore di una trasmissione televisiva amata da mezza America per le coraggiose inchieste contro le lobby. Ma la fortunata, quanto fortuita (!), carriera del protagonista del romanzo incappa di colpo in un ostacolo, la sua famiglia e la sua stessa vita vengono messe in gioco a causa di misteriosi nemici che vogliono cambiare le sorti del mondo. L'ex moglie Elisabeth e la figlia Dorothea, sono state rapite. John è in scacco e sotto ricatto. Dovrà dedicare una puntata del suo seguitissimo programma ad alcuni vecchi filmati dal contenuto inaspettato quanto sconcertante. Lo scandalo è servito e lui ne viene travolto. Ma quando le cose precipitano, John scopre uno stupefacente indizio che sembra tenere insieme, inspiegabilmente, troppe persone. Presto il conduttore tv intuirà anche il luogo dove le sue amate potrebbero essere tenute in ostaggio. Arrivato sul posto, però, un clamoroso colpo di scena sconvolgerà il protagonista molto di più di quanto l'aveva fatto il rapimento stesso. Tutto non è come sembra. E così la sua vita!
Gian Maria Aliberti Gerbotto, alla sua prima prova narrativa, dopo numerosi libri dedicati al mondo dei vip, confeziona un romanzo d’azione che diverte e colpisce, nel solco sempre fertile del complotto su vasta scala con sottobosco di misteri e oscuri riti esoterici. Protagoniste sono le macchinazioni occulte che popolano l’immaginario collettivo.
La copertina del romanzo è di Luca Parroccini
Roberto Giacobbo, nella Prefazione che ha scritto al libro dice: “Gian Maria è un giornalista scrittore dalle mille capacità e dalla penna sagace. Un raro esempio di come attraverso la scrittura si possano trasmettere sensazioni ed emozioni simili a quelle che solo un film d’autore possono creare.”. Scrive il celebre conduttore televisivo della trasmissione Voyager di Rai 2. E conclude: “Cosa c’è di vero e autobiografico, e cosa invece è frutto solo della acuta penna dell’autore? Tutto viene rimandato alla valutazione e alle sensazioni del lettore.”.
Anche Cesare Lanza e il critico letterario di Rai 1 Arnaldo Colasanti, che hanno avuto la possibilità di leggere in anteprima il libro, ora lo “raccomandano” nel retro di copertina.
Aliberti Gerbotto ci confida che è stato il famoso scrittore e conduttore televisivo Carlo Lucarelli ad incentivarlo a buttarsi nel romanzo (che ora gli è da lui dedicato): “Un libro molto ben scritto, con uno stile molto particolareggiato e descrittivo e una bella struttura narrativa: complimenti e sono contento di averti fatto da talent scout!”. Ha subito scritto Lucarelli all'autore dopo averne letto le bozze di stampa.
Insomma, Gian Maria Aliberti Gerbotto, con all'attivo ben sei libri già pubblicati da case editrici del calibro di Piemme e Mondadori, cambiando genere spiazza tutti, ma sembra davvero aver trovato la strada giusta.
Edito da Lulu (con il prezioso editing del torinese Massimo Tallone), si può acquistare già in anteprima in tutte le librerie del saluzzese e cuneese al prezzo di 14 euro, e on line su internet:
L'autore del libro con ROBERTO GIACOBBO
http://www.lulu.com/shop/gian-maria-aliberti-gerbotto/lordine-del-vero/paperback/product-22181314.html 
La presentazione ufficiale si terrà a Cuneo a metà giugno.
A fine anno, invece, sull'onda del successo del suo precedente libro “Sopravvivere ai rapporti di coppia”, pubblicato a dicembre 2014 (distribuito da Rcs) che ha riscontrato grande successo di vendite e mediatico (ne hanno parlato dal Corriere della sera a Tgcom24...) uscirà in tutte le librerie d'Italia,“Basta partire”, sempre di Aliberti Gerbotto, testo ironico semiserio sul diverso approccio maschile e femminile al viaggio, commissionato, distribuito e promosso da Rizzoli.

L'ORDINE DEL VERO” ( romanzo – thriller - a sfondo esoterico )
di Gian Maria Aliberti Gerbotto - Prefazione di Roberto Giacobbo
Edizioni Lulu pag. 244 - 14 euro
Per ulteriori informazioni e contatti

ACQUISTA ORA IL LIBRO ON LINE